Strict Standards: Non-static method StatiRecord::init() should not be called statically in /home/sorrisismaglianti/sorrisismaglianti.it/htdocs/config/app.config.inc.php on line 10

Strict Standards: Non-static method NmnBaseMvcDispatcher::dispatch() should not be called statically in /home/sorrisismaglianti/sorrisismaglianti.it/htdocs/index.php on line 17
L'idea per la scuola: il bookcrossing

postato da: Cristiana Calilli

L'IDEA PER LA SCUOLA: IL BOOKCROSSING

I libri per bambini: 1) scegliamoli adatti all’età 2) utilizziamo libri con figure, per alimentare la fantasia 3) leggiamoli insieme!

Il bookcrossing, ovvero la pratica di scambiarsi i libri, ha per me un sapore romantico.

Mi vengono in mente diversi film in cui tra i protagonisti scoppia l’amore dopo che uno dei due trova il libro lasciato dall’altro. Immagino una panchina in un parco con un libro appoggiato, il fiume che scorre e la nebbia che sale dalla collina di fronte.

Tutte immagini molto lontane dalla scuola e dall’esigenza di risparmiare sui libri di testo che tutti noi genitori abbiamo. E invece, in seguito alla crisi, sono molte le iniziative di bookcrossing di libri di scuola che stanno nascendo anche in Italia. È di fine settembre la notizia che la Galleria Umberto I di Napoli è stata presa d’assalto dagli studenti attirati dal bookcrossing organizzato dal Comune di Napoli per festeggiare l’inizio della scuola.

Se ci pensate, da sempre si è cercato di ottenere dagli alunni delle classi superiori i libri che essi non avrebbero più usato. Ora questa usanza si chiama bookcrossing.

È un’idea che fa risparmiare da un lato e che permette di riciclare oggetti che verrebbero buttati senza un futuro.

Come organizzare una giornata di bookcrossing a scuola?

  • chiedete l’autorizzazione al Dirigente scolastico per utilizzare la palestra durante un pomeriggio;
  • affiggete dei piccoli manifesti e fate volantinaggio tra le mamme davanti a scuola;
  • invitate tutti a portare i libri che non usano più, ma che siano ben tenuti;
  • chiedete alle mamme di portare una merenda, i bambini potranno scambiare anche quelle insieme ai libri;
  • fate scrivere ai bambini dei messaggi da lasciare nei libri che scambieranno. 

Avete già organizzato qualcosa di simile nella vostra scuola, oppure nel vostro quartiere?